PlaTav, la pagina FAQ del software (domande e risposte)

 

All’atto dell’installazione del software PlaTav viene richiesta l’installazione di .NET 3.5 Sp1, come procedo? (dicembre 2010)
Come si imposta in PlaTav Desk il collegamento automatico al software di firma digitale?
(dicembre 2010)
Qual è il file XML che devo firmare al fine della consegna all’ufficio Tavolare?
(dicembre 2010)
Nella planimetria posso utilizzare polilinee con spessori differenziati per ogni vertice (ad esempio utilizzate per realizzare frecce)?
(dicembre 2010)
Caricando la planimetria in PlaTav vedo alcuni testi retinati di rosso o nero.
(aprile 2011)
Quali modalità devo utilizzare per realizzare “maschere” ? (aprile 2011)
Perché utilizzando i software AutoCAD LT 2000/2002/2004/2005/2006 non vedo l’immagine di sfondo?
(aprile 2010)
Quale modalità devo utilizzare per salvare un DXF corretto con Microstation?
(aprile 2011)
E’ obbligatorio utilizzare lo sfondo TIF fornito dal Servizio Tavolare?
(aprile 2011)
Firmando il file XML con Business Key o Business Key Lite di InfoCert ottengo il messaggio “XML non conforme”
(aprile 2011)
Posso eseguire la controfirma del documento XML da consegnare?
(aprile 2011)
Posso stampare la planimetria con PlaTav utilizzando elementi grafici con spessori differenziati? (aprile 2011)
Non riesco ad utilizzare il carattere speciale ÷ per indicare liste di PM non contigue in quanto importando la planimetria non appare correttamente, esiste un’alternativa?
(aprile 2011)
Perché nell’Ufficio Tavolare di Merano non trovo i Comuni Catastali di Lauregno e Proves?
(ottobre 2011)
Perché ampliando l’area di disegno tramite una polilinea chiusa sul Layer SQUADRATURA_BILDAUSSCHNITT l’inserimento in PlaTav fallisce con l’errore “La planimetria contiene oggetti creati sui layer di tipo’Attuale’ o ‘Finale’ esterni alle maschere”?
(dicembre 2011)
Perché in PlaTav non si vedono le graffe dell’estratto mappa?
(dicembre 2011)
Perché dopo aver inserito la planimetria in PlaTav senza errori, nella fase di creazione XML, il programma mi blocca col messaggio “Il DXF attualmente associato non supera i controlli di validazione! Eliminarlo e ricaricarlo nel lavoro corrente”?
(dicembre 2011)
Perché “Umlaute” e/o caratteri speciali non vengono visualizzati correttamente in PlaTav, anche se si ha utilizzato i stili di testo impostati (“Testi”, “Titoli”) nel Template-DXF fornito dal Libro Fondiario?
(gennaio 2012)
Perché il download da OpenKat di una planimetria DXF con sfondo TIF fallisce se è troppo grande?
(gennaio 2012)
Stampe prodotte in PlaTav e disegni DXF – Problemi di scala
(Marzo 2012)
Se si utilizza uno sfondo TIF monolingue, in quale lingua deve essere compilato il piano della modifica?
(Aprile 2012)
Filmati tecnici PlaTav – il filmato sembra che venga caricato, ma non si attiva
(Aprile 2012)
Indicazioni sulle polilinee chiuse
(Dicembre 2016)

       

All’atto dell’installazione del software PlaTav viene richiesta l’installazione di .NET 3.5 Sp1, come procedo?

Nella directory di installazione di PlaTav è presente il software di installazione dotnetfx35setup.exe.
Per completare l’installazione è necessario il collegamento a Internet attivo.         

Descrizione: Descrizione: Descrizione: Descrizione: Descrizione: Descrizione: Descrizione: Descrizione: Descrizione: Descrizione: Descrizione: Descrizione: Descrizione: Descrizione: Descrizione: Descrizione: Descrizione: Descrizione: Descrizione: Descrizione: Descrizione: Descrizione: Descrizione: Descrizione: Descrizione: Descrizione: Descrizione: Descrizione: Descrizione: Descrizione: Descrizione: Descrizione: http://media.umassp.edu/pix/spacers/linefade.gif

Come si imposta in PlaTav Desk il collegamento automatico al software di firma digitale?

Indicare nella sezione “Impostazioni->Configurazione sistema->Programma per la firma digitale” di PlaTav l’eseguibile utilizzato
per apporre la firma digitale ai documenti XML prodotti.

Descrizione: Descrizione: Descrizione: Descrizione: Descrizione: Descrizione: Descrizione: Descrizione: Descrizione: Descrizione: Descrizione: Descrizione: Descrizione: Descrizione: Descrizione: Descrizione: Descrizione: Descrizione: Descrizione: Descrizione: Descrizione: Descrizione: Descrizione: Descrizione: Descrizione: Descrizione: Descrizione: Descrizione: Descrizione: Descrizione: Descrizione: Descrizione: http://media.umassp.edu/pix/spacers/linefade.gif

Qual è il file XML che devo firmare al fine della consegna all’ufficio Tavolare?

Il file XML da firmare con il proprio sistema di firma digitale si trova nella directory “Attachments” posizionata di default
all’interno della directory “Platav” contenuta in “Documenti” dell’utente. Il file è evidenziato (e provvisto di link) nella scheda “Stato” di PlaTav.

Descrizione: Descrizione: Descrizione: Descrizione: Descrizione: Descrizione: Descrizione: Descrizione: Descrizione: Descrizione: Descrizione: Descrizione: Descrizione: Descrizione: Descrizione: Descrizione: Descrizione: Descrizione: Descrizione: Descrizione: Descrizione: Descrizione: Descrizione: Descrizione: Descrizione: Descrizione: Descrizione: Descrizione: Descrizione: Descrizione: Descrizione: Descrizione: http://media.umassp.edu/pix/spacers/linefade.gif

Nella planimetria posso utilizzare polilinee con spessori differenziati per ogni vertice (ad esempio utilizzate per realizzare frecce)?

Si. E’ però necessario posizionarle sui layer di tipo *-Retino in quanto riconosciute da PlaTav come retini (Hatch).

Descrizione: Descrizione: Descrizione: Descrizione: Descrizione: Descrizione: Descrizione: Descrizione: Descrizione: Descrizione: Descrizione: Descrizione: Descrizione: Descrizione: Descrizione: Descrizione: Descrizione: Descrizione: Descrizione: Descrizione: Descrizione: Descrizione: Descrizione: Descrizione: Descrizione: Descrizione: Descrizione: Descrizione: Descrizione: Descrizione: Descrizione: Descrizione: http://media.umassp.edu/pix/spacers/linefade.gif

Caricando la planimetria in PlaTav vedo alcuni testi retinati di rosso o nero.

L’inconveniente può essere notato successivamente al disegno di retini realizzati con il proprio sistema CAD mediante punto interno (nel  caso di parti da retinare non perfettamente chiuse). In questa particolare condizione il testo viene considerato “Isola”. Per ovviare all’inconveniente si consiglia di realizzare i retini con i layer dei testi spenti.

Descrizione: Descrizione: Descrizione: Descrizione: Descrizione: Descrizione: Descrizione: Descrizione: Descrizione: Descrizione: Descrizione: Descrizione: Descrizione: Descrizione: Descrizione: Descrizione: Descrizione: Descrizione: Descrizione: Descrizione: Descrizione: Descrizione: Descrizione: Descrizione: Descrizione: Descrizione: Descrizione: Descrizione: Descrizione: Descrizione: Descrizione: Descrizione: http://media.umassp.edu/pix/spacers/linefade.gif

Quali modalità devo utilizzare per realizzare “maschere” ?

PlaTav genera automaticamente “maschere” da polilinee create sui layer “RASTER_MASCHERA-RASTER_EINGABEMASKE”
e “FINALE_MASCHERA-ENDSTAND_EINGABEMASKE”. Le eventuali entità utilizzate dal proprio sistema CAD
allo scopo di mascherare parti della planimetria (figure in Microstation, wipeout in AutoCAD, hatch in Allplan, ecc.)
verranno scartate automaticamente all’atto del caricamento della planimetria in PlaTav in quanto non utilizzate.

Descrizione: Descrizione: Descrizione: Descrizione: Descrizione: Descrizione: Descrizione: Descrizione: Descrizione: Descrizione: Descrizione: Descrizione: Descrizione: Descrizione: Descrizione: Descrizione: Descrizione: Descrizione: Descrizione: Descrizione: Descrizione: Descrizione: Descrizione: Descrizione: Descrizione: Descrizione: Descrizione: Descrizione: Descrizione: Descrizione: Descrizione: Descrizione: http://media.umassp.edu/pix/spacers/linefade.gif

Perché utilizzando i software AutoCAD LT 2000/2002/2004/2005/2006 non vedo l’immagine di sfondo?

AutoCAD LT nelle edizioni da 2000 a 2006 non supportano nativamente i file TIF con compressione LZW.
Per comprendere tale formato è necessario installare l’apposito Objet Enabler messo a disposizione dalla casa di produzione del software.

Descrizione: Descrizione: Descrizione: Descrizione: Descrizione: Descrizione: Descrizione: Descrizione: Descrizione: Descrizione: Descrizione: Descrizione: Descrizione: Descrizione: Descrizione: Descrizione: Descrizione: Descrizione: Descrizione: Descrizione: Descrizione: Descrizione: Descrizione: Descrizione: Descrizione: Descrizione: Descrizione: Descrizione: Descrizione: Descrizione: Descrizione: Descrizione: http://media.umassp.edu/pix/spacers/linefade.gif

Quale modalità devo utilizzare per salvare un DXF corretto con Microstation?

All’atto del salvataggio del file DXF con Microstation impostare nella maschera di dialogo “Opzioni” la corretta conversione delle
entità utilizzate nel disegno Microstation  nel rispetto dei criteri DXF impostati in PlaTav (elencati nella guida all’uso).

Descrizione: Descrizione: Descrizione: Descrizione: Descrizione: Descrizione: Descrizione: Descrizione: Descrizione: Descrizione: Descrizione: Descrizione: Descrizione: Descrizione: Descrizione: Descrizione: Descrizione: Descrizione: Descrizione: Descrizione: Descrizione: Descrizione: Descrizione: Descrizione: Descrizione: Descrizione: Descrizione: Descrizione: Descrizione: Descrizione: Descrizione: Descrizione: http://media.umassp.edu/pix/spacers/linefade.gif

E’ obbligatorio utilizzare lo sfondo TIF fornito dal Servizio Tavolare?

No. Qualora però si decida di non avvalersi dello sfondo TIF fornito dal Servizio Tavolare è necessario staccare l’immagine TIF
(non cancellarla in quanto nel DXF rimarrebbe il link all’immagine generando una non conformità all’atto del caricamento della planimetria in PlaTav),
oppure utilizzare un file Template vuoto su cui riprodurre la planimetria.

Descrizione: Descrizione: Descrizione: Descrizione: Descrizione: Descrizione: Descrizione: Descrizione: Descrizione: Descrizione: Descrizione: Descrizione: Descrizione: Descrizione: Descrizione: Descrizione: Descrizione: Descrizione: Descrizione: Descrizione: Descrizione: Descrizione: Descrizione: Descrizione: Descrizione: Descrizione: Descrizione: Descrizione: Descrizione: Descrizione: Descrizione: Descrizione: http://media.umassp.edu/pix/spacers/linefade.gif

Firmando il file XML con Business Key o Business Key Lite di InfoCert ottengo il messaggio “XML non conforme”

Le chiavi USB Business Key e Business Key Lite contengono il software Dike Lite che consente di firmare file di dimensione massima di 5 Mb. Per firmare i file più grandi di 5 Mb è necessario utilizzare il software Dike 5.0 disponibile sul sito di Infocert. Dike 5.0 sarà in grado di utilizzare il certificato di firma presente sulle chiavi Business Key e Business Key Lite qualora inserite nel PC con l’interfaccia di gestione aperta (viene lanciata automaticamente all’atto dell’inserimento della chiave USB).

Descrizione: Descrizione: Descrizione: Descrizione: Descrizione: Descrizione: Descrizione: Descrizione: Descrizione: Descrizione: Descrizione: Descrizione: Descrizione: Descrizione: Descrizione: Descrizione: Descrizione: Descrizione: Descrizione: Descrizione: Descrizione: Descrizione: Descrizione: Descrizione: Descrizione: Descrizione: Descrizione: Descrizione: Descrizione: Descrizione: Descrizione: Descrizione: http://media.umassp.edu/pix/spacers/linefade.gif

Posso eseguire la controfirma del documento XML da consegnare?

No. Il documento XML può essere firmato una sola volta.

Descrizione: Descrizione: Descrizione: Descrizione: Descrizione: Descrizione: Descrizione: Descrizione: Descrizione: Descrizione: Descrizione: Descrizione: Descrizione: Descrizione: Descrizione: Descrizione: Descrizione: Descrizione: Descrizione: Descrizione: Descrizione: Descrizione: Descrizione: Descrizione: Descrizione: Descrizione: Descrizione: Descrizione: Descrizione: Descrizione: Descrizione: Descrizione: http://media.umassp.edu/pix/spacers/linefade.gif

Posso stampare la planimetria con PlaTav utilizzando elementi grafici con spessori differenziati?

No, in quanto gli spessori delle entità non vengono impostati per l’output. In ogni caso utilizzando nella planimetria polilinee con larghezza si possono rappresentare elementi con spessore.

Descrizione: Descrizione: Descrizione: Descrizione: Descrizione: Descrizione: Descrizione: Descrizione: Descrizione: Descrizione: Descrizione: Descrizione: Descrizione: Descrizione: Descrizione: Descrizione: Descrizione: Descrizione: Descrizione: Descrizione: Descrizione: Descrizione: Descrizione: Descrizione: Descrizione: Descrizione: Descrizione: Descrizione: Descrizione: Descrizione: Descrizione: Descrizione: http://media.umassp.edu/pix/spacers/linefade.gif

Non riesco ad utilizzare il carattere speciale ÷ per indicare liste di PM non contigue in quanto importando la planimetria non appare correttamente, esiste un’alternativa?

Qualora le planimetrie importate in PlaTav non rappresentino correttamente il carattere ÷ per indicare liste di PM non contigue si consiglia di riportare alternativamente “da PM a PM”

Descrizione: Descrizione: Descrizione: Descrizione: Descrizione: Descrizione: Descrizione: Descrizione: Descrizione: Descrizione: Descrizione: Descrizione: Descrizione: Descrizione: Descrizione: Descrizione: Descrizione: Descrizione: Descrizione: Descrizione: Descrizione: Descrizione: Descrizione: Descrizione: Descrizione: Descrizione: Descrizione: Descrizione: Descrizione: Descrizione: Descrizione: Descrizione: http://media.umassp.edu/pix/spacers/linefade.gif

Perché nell’Ufficio Tavolare di Merano non trovo i Comuni Catastali di Lauregno e Proves?

Nella prima Versione di PlaTav (vs. 1.4.2) i Comuni Catastali di Lauregno e Proves sono stati associati erroneamente all’Ufficio Tavolare di Bolzano. Per ripristinare questa impostazione errata è necessario cancellare i file “UfficiTavolari.xml” e “ComuniCatastali.xml” nella cartella di lavoro impostata nelle Configurazioni di sistema all’interno di PlaTav (directory standard MyDocuments/PlaTav). Nel riavvio del programma PlaTav 1.4.4 il sistema associa correttamente i Comuni Catastali di Lauregno e Proves all’Ufficio Tavolare di Merano.

Descrizione: Descrizione: Descrizione: Descrizione: Descrizione: Descrizione: Descrizione: Descrizione: Descrizione: Descrizione: Descrizione: Descrizione: Descrizione: Descrizione: Descrizione: Descrizione: Descrizione: Descrizione: Descrizione: Descrizione: Descrizione: Descrizione: Descrizione: Descrizione: Descrizione: Descrizione: Descrizione: Descrizione: Descrizione: Descrizione: Descrizione: Descrizione: http://media.umassp.edu/pix/spacers/linefade.gif

Perché ampliando l’area di disegno tramite una polilinea chiusa sul Layer SQUADRATURA_BILDAUSSCHNITT l’inserimento in PlaTav fallisce con l’errore “La planimetria contiene oggetti creati sui layer di tipo’Attuale’ o ‘Finale’ esterni alle maschere”?

Con la versione 1.4.3 di PlaTav è stato aggiunto un nuovo controllo per rendere più visibili tutte le modifiche fatte nella planimetria. Tutte le entità che vengono create sui gruppi di layer ‘Attuale’ e ‘Finale’ e sul Layer Squadratura per un possibile ingrandimento dell’area di disegno devono essere all’interno di una maschera (polilinee chiuse sui layer RASTER_MASCHERA-RASTER_EINGABEMASKE e FINALE_MASCHERA-ENDSTAND_EINGABEMASKE). Per un ampliamento dell’area di disegno si deve creare prima una polilinea chiusa sul layer SQUADRATURA-BILDAUSSCHNITT e copiarla sul layer di mascheramento previsto.

Descrizione: Descrizione: Descrizione: Descrizione: Descrizione: Descrizione: Descrizione: Descrizione: Descrizione: Descrizione: Descrizione: Descrizione: Descrizione: Descrizione: Descrizione: Descrizione: Descrizione: Descrizione: Descrizione: Descrizione: Descrizione: Descrizione: Descrizione: Descrizione: Descrizione: Descrizione: Descrizione: Descrizione: Descrizione: Descrizione: Descrizione: Descrizione: http://media.umassp.edu/pix/spacers/linefade.gif

Perché in PlaTav non si vedono le graffe dell’estratto mappa?

PlaTav non riesce ad importare le forme Shape (simboli, graffe, punti fiduciali) provenienti dall’estratto mappa. Per ovviare all’inconveniente è necessario convertire nel progetto CAD queste forme Shape in blocchi (per esempio: funzione presente nella categoria di comandi Express di AutoCAD per la trasformazione una-tantum degli oggetti Shape in blocchi).

Descrizione: Descrizione: Descrizione: Descrizione: Descrizione: Descrizione: Descrizione: Descrizione: Descrizione: Descrizione: Descrizione: Descrizione: Descrizione: Descrizione: Descrizione: Descrizione: Descrizione: Descrizione: Descrizione: Descrizione: Descrizione: Descrizione: Descrizione: Descrizione: Descrizione: Descrizione: Descrizione: Descrizione: Descrizione: Descrizione: Descrizione: Descrizione: http://media.umassp.edu/pix/spacers/linefade.gif

Perché dopo aver inserito la planimetria in PlaTav senza errori, nella fase di creazione XML, il programma mi blocca col messaggio “Il DXF attualmente associato non supera i controlli di validazione! Eliminarlo e ricaricarlo nel lavoro corrente.”?

Questo problema si presenta se non si usa il colore ‘ByLayer’ nelle entità presenti sui layer del tipo ‘*RETINO’. Per utenti ArchiCAD, che non usano la colorazione ‘ByLayer’ bisogna mantenere per tutte le entità di layer singoli la colorazione del layer stesso.

Descrizione: Descrizione: Descrizione: Descrizione: Descrizione: Descrizione: Descrizione: Descrizione: Descrizione: Descrizione: Descrizione: Descrizione: Descrizione: Descrizione: Descrizione: Descrizione: Descrizione: Descrizione: Descrizione: Descrizione: Descrizione: Descrizione: Descrizione: Descrizione: Descrizione: Descrizione: Descrizione: Descrizione: Descrizione: Descrizione: Descrizione: Descrizione: http://media.umassp.edu/pix/spacers/linefade.gif

Perché “Umlaute” e/o caratteri speciali non vengono visualizzati correttamente in PlaTav, anche se si ha utilizzato i stili di testo impostati (“Testi”, “Titoli”) nel Template-DXF fornito dal Libro Fondiario?

È obbligatorio salvare il disegno CAD nel formato DXF-2000 (Ascii Drawing). Se la planimetria viene salvata con una versione più recente, PlaTav importa la planimetria senza messaggio di errore ma alcuni caratteri speciali, come per esempio gli “Umlaut”, possono essere visualizzati in modo errato.

Descrizione: Descrizione: Descrizione: Descrizione: Descrizione: Descrizione: Descrizione: Descrizione: Descrizione: Descrizione: Descrizione: Descrizione: Descrizione: Descrizione: Descrizione: Descrizione: Descrizione: Descrizione: Descrizione: Descrizione: Descrizione: Descrizione: Descrizione: Descrizione: Descrizione: Descrizione: Descrizione: Descrizione: Descrizione: Descrizione: Descrizione: Descrizione: http://media.umassp.edu/pix/spacers/linefade.gif

Perché il download da OpenKat di una planimetria DXF con sfondo TIF fallisce se è troppo grande?

Ci sono dei problemi con l’esportazione di DXF con immagine di sfondo quando il fileTIF ha dimensioni elevate. Si consiglia di esportare il solo file TIF e successivamente importarlo nel template DXF fornito dal Libro fondiario prestando attenzione alla scala, che nei maggiori dei casi è 1:200. Inoltre è necessario salvare il file DXF con lo stesso nome del TIF (in caso contrario PlaTav segnalerà un errore bloccante).

Descrizione: Descrizione: Descrizione: Descrizione: Descrizione: Descrizione: Descrizione: Descrizione: Descrizione: Descrizione: Descrizione: Descrizione: Descrizione: Descrizione: Descrizione: Descrizione: Descrizione: Descrizione: Descrizione: Descrizione: Descrizione: Descrizione: Descrizione: Descrizione: Descrizione: Descrizione: Descrizione: Descrizione: Descrizione: Descrizione: Descrizione: Descrizione: http://media.umassp.edu/pix/spacers/linefade.gif

Stampe prodotte in PlaTav e disegni DXF – Problemi di scala

Bisogna fare attenzione a mantenere la grandezza originale nelle impostazioni di stampa, perché spesso nelle opzioni di stampa è impostato come valore di default “Fit to print size”, così la stampa viene adeguata alla grandezza del foglio di stampa perdendo quindi la scala originale.

Descrizione: Descrizione: Descrizione: Descrizione: Descrizione: Descrizione: Descrizione: Descrizione: Descrizione: Descrizione: Descrizione: Descrizione: Descrizione: Descrizione: Descrizione: Descrizione: Descrizione: Descrizione: Descrizione: Descrizione: Descrizione: Descrizione: Descrizione: Descrizione: Descrizione: Descrizione: Descrizione: Descrizione: Descrizione: Descrizione: Descrizione: Descrizione: http://media.umassp.edu/pix/spacers/linefade.gif

Se si utilizza uno sfondo TIF monolingue, in quale lingua deve essere compilato il piano della modifica?

Per legge una planimetria tavolare nella Provincia Autonoma di Bolzano deve essere bilingue. Se al libro fondiario è presente la planimetria completa, l’obbligo del bilinguismo si restringe alle sole PM di modifica, esattamente come l’attestazione alla conformità con lo stato reale.

Descrizione: Descrizione: Descrizione: Descrizione: Descrizione: Descrizione: Descrizione: Descrizione: Descrizione: Descrizione: Descrizione: Descrizione: Descrizione: Descrizione: Descrizione: Descrizione: Descrizione: Descrizione: Descrizione: Descrizione: Descrizione: Descrizione: Descrizione: Descrizione: Descrizione: Descrizione: Descrizione: Descrizione: Descrizione: Descrizione: Descrizione: Descrizione: http://media.umassp.edu/pix/spacers/linefade.gif

Filmati tecnici PlaTav – il filmato sembra che venga caricato, ma non si attiva

Per visualizzare correttamente i filmati tecnici di PlaTav è necessario aver installato l’ultima versione di Adobe Flashplayer.

Descrizione: Descrizione: Descrizione: Descrizione: Descrizione: Descrizione: Descrizione: Descrizione: Descrizione: Descrizione: Descrizione: Descrizione: Descrizione: Descrizione: Descrizione: Descrizione: Descrizione: Descrizione: Descrizione: Descrizione: Descrizione: Descrizione: Descrizione: Descrizione: Descrizione: Descrizione: Descrizione: Descrizione: Descrizione: Descrizione: Descrizione: Descrizione: http://media.umassp.edu/pix/spacers/linefade.gif

Indicazioni sulle polilinee chiuse

Come indicato nella guida in linea, PlaTav genera le maschere (Finale e Raster) a partire da POLILINEA chiusa. Si specifica che la POLILINEA chiusa, che normalmente si ottiene con l'utilizzo della funzione "chiudi" tipica di AutoCAD e software compatibili, nel file DXF risulta come entità LWpolyline con codice 70 valorizzato a 1.